Viva il Carnevale e le sue maschere!

Domenica 4 febbraio alle 11 con il volo dell’Angelo prenderà il via l’edizione del Carnevale veneziano 2018 che terminerà il 13 febbraio, martedì grasso.

carnevale

Quest’anno il filo rosso del Carnevale di Venezia sarà il tema del “gioco”: Creatum  Civitas LudensLa Città che Gioca.

Piazza San Marco, per l’occasione, prende le sembianze di un grande circo, una delle forme di spettacolo più antico: a questa tradizione si ispira  l’allestimento ideato dallo scenografo del Teatro La Fenice, Massimo Checchetto, che per celebrare la tradizione ha scelto alcuni elementi del circo italiano Togni, utilizzati dallo stesso Federico Fellini nel film “La Strada”.

La Bottega di Piazza San Marco” presenterà le arti e i mestieri della tradizione: vetrai, artigiani , mascherai, sarti, profumieri, perliere e merlettaie apriranno le loro botteghe in Piazza San Marco come nella Venezia del ‘700.

Carnevale-Venezia

Conoscete le maschere del Carnevale in Italia? Questi sono i personaggi più famosi:

ARLECCHINO
È forse la maschera più famosa in tutto il mondo, dal caratteristico costume a rombi di tantissimi colori. Arlecchino è una maschera di Bergamo, in Lombardia, ma parla in veneziano perché nel 1500 quando essa nasce, la città di Bergamo era sotto il dominio veneto.
Arlecchino è un servitore astuto e ficcanaso, spesso attaccabrighe (porta infatti in mano un bastone per fare baruffa con tutti!) e passa in un momento dal riso al pianto. Molte commedie dialettali veneziane lo vedono come protagonista.

carneval

PULCINELLA                                                                                                                                          Se Arlecchino è ormai diventato il simbolo di Bergamo ed ancor più di Venezia, Pulcinella lo è di Napoli e della “napoletanità”. Anche Pulcinella è un servitore, ma il suo costume è tutto bianco ed in faccia porta una grande maschera nera, spesso con un naso aquilino che sembra il becco di un uccello. Anche il suo carattere è molto diverso da quello di Arlecchino: Pulcinella è più triste, tranquillo e spesso rassegnato. In pieno stile partenopeo, canta spesso accompagnato dal suono di una chitarra: sono malinconiche canzoni d’amore non ricambiato o dichiarazioni di grande legame per la sua terra e la sua città.

COLOMBINA                                                                                                                                          Si trova in molte commedie a fianco di Arlecchino: è una servetta allegra, vanitosa e pettegola, ma anche molto graziosa. Arlecchino è innamorato di lei e Colombina approfitta di questa situazione a suo vantaggio.

carnevale 7

IL DOTTOR BALANZONE                                                                                                                   È la maschera di Bologna, città famosa per la sua università (“la dotta”) e quindi Balanzone non poteva che essere un dottore; ma è in realtà solo un vanitoso e superbo personaggio che si rivela sempre ignorante e sbruffone. Quando parla, il suo linguaggio è un incredibile misto di latino e dialetto bolognese. Il suo abito nero è quello  tipico dei ricchi dottori del 1600, ma il suo aspetto non è gradevole perché Balanzone ha una grande pancia e due buffi baffoni che si tocca in continuazione.                                                                                                             

car

E ancora: carn

MENEGHINO di Milano

GIANDUIA  di Torino

STENTERELLO  di Firenze

RUGANTINO di Roma

SANDRONE di Modena

FAGIOLINO di Reggio Emilia

BEPPE NAPPA della Sicilia

 

 

 

 

73° Mostra del Cinema di Venezia

È iniziato il 31 agosto il Festival  del Cinema di Venezia 2016 che proseguirà fino al prossimo 10 settembre, anche quest’anno con un ricco cartellone di proiezioni e protagonisti del cinema mondiale.

Il Festival di Venezia è uno dei più importanti eventi cinematografici di tutto il mondo: per quasi due settimane si ritroveranno al Lido gli appassionati di cinema che potranno vivere emozioni uniche: film cult, attori e attrici internazionali che sfilano sul tappeto rosso.

venezia 4

Quest’anno sarà il 73° anno della Mostra del Cinema che si concluderà con la cerimonia di chiusura e la consegna dei premi ad attori e registi vincitori, primo su tutti l’ambitissimo Leone d’oro.

leone 2

A presiedere la giuria del Festival sarà il regista inglese  Sam Mandes, che guiderà i giurati nel percorso di selezione dei film presentati per questa edizione.

Il 28 luglio è stata annunciata la lista dei film in concorso alla Mostra internazionale del cinema. Fra i film in concorso a Venezia 73,  tre  sono le pellicole italiane e due quelle presenti nella lista del concorso Orizzonti, dedicato alle nuove forme artistiche cinematografiche emergenti.

festival-del-cinema-di-venezia-2016

Particolarmente interessante il film presentato da Giuseppe PiccioniQuesti giorni” e il nuovo film di Kim Rossi Stuart, “Tommaso”, che sarà proiettato Fuori concorso.

venezia 5

Paolo Sorrentino presenterà invece i primi due episodi della serie televisiva The Young Pope con Jude Law, un ritorno a Venezia per il regista  che aveva già preso parte alla kermesse nel 2001 con il film  L’uomo in più. L’attesa è ovviamente grande per questo evento che segna, una volta di più, l’apertura del festival a diversi tipi di narrazione.

law-young-pope

Il Festival di Venezia è diviso in varie sezioni, ognuna tocca un diverso aspetto cinematografico

  • Selezione ufficiale – Fino a 20 lungometraggi in prima mondiale in competizione per il Leone d’oro
  • Fuori concorso – Vengono presentate opere particolarmente significative, sono ammessi anche i documentari e vengono accettate fino a 18 opere
  • Orizzonti – Le opere della sezione Orizzonti, che possono raggiungere un numero massimo di 18, partecipano ad un concorso a se stante. Viene dato spazio a registi e tendenze emergenti
  • Venezia classici – Vengono presentati film restaurati
  • Settimana Internazionale della critica – Vengono presentati 8 film e devono essere tutti opere prime
  • Giornate degli Autori – Una rassegna di 12 film scelti in base al loro valore culturale

Alla cerimonia di chiusura del Festival di Venezia vengono consegnati tutti i premi e per l’edizione 2016 ci sono alcune novità:

  • Leone d’Oro per il miglior film
  • Leone d’Argento – Gran Premio della Giuria (nel 2016 diventa il secondo premio più importante)
  • Leone d’Argento – Premio per la migliore regia
  • Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile
  • Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile
  • Premio per la migliore sceneggiatura
  • Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore o attrice emergente
  • Premio Orizzonti per la miglior sceneggiatura (novità per il 2016)
  • venezia

Dobbiamo ricordare infine che la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica è il festival cinematografico che si svolge annualmente a Venezia nello storico Palazzo del Cinema, sul Lungomare Marconi, al Lido di Venezia è il festival cinematografico più antico del mondo. La prima edizione si tenne infatti tra il 6 e il 21 agosto 1932, preceduta solo dall’Academy Award, comunemente conosciuto come Oscar, al quale spetta il primato per il premio cinematografico assegnato da più tempo: la cerimonia di premiazione si svolge in un’unica serata dal 1929.

La mostra del Cinema di Venezia rientra nel più vasto scenario della Biennale di Venezia, evento culturale che include anche la famosa Esposizione internazionale d’arte contemporanea.venezia 2

Il premio principale che viene assegnato (assieme a diversi altri) è il Leone d’oro, che deve il suo nome al simbolo della città (il leone della basilica di San Marco). Tale riconoscimento è considerato uno dei più importanti dal punto di vista della critica cinematografica, al pari di quelli assegnati nelle altre due principali rassegne cinematografiche europee, la Palma d’oro del Festival di Cannes e l’Orso d’oro del Festival internazionale del cinema di Berlino.

festival-di-venezia