25 anni senza Fellini, ancora insieme al suo cinema dei sogni

fellini 6A Rimini il conto alla rovescia è già iniziato perché nel 2020 si celebreranno i cent’anni dalla nascita di Federico Fellini: un anniversario che la sua cittànatale ha già cominciato a celebrare, con eventi e iniziative alla Cineteca e al rinato cinema Fulgor, riaperto da gennaio. Ma c’è un altro anniversario da ricordare: i 25 anni dalla morte del Maestro, scomparso il 31 ottobre 1993.

Dodici volte nominato all’Oscar, Fellini aveva vinto quello alla carriera proprio nell’anno della sua morte. Venticinque anni dopo il suo realismo onirico ci manca moltissimo; in questi giorni, per celebrare la ricorrenza, molti hanno scritto sull’attualità di Fellini, citando Paolo Sorrentino, Terry Gilliam e tutti coloro che in qualche modo ne hanno raccolto l’eredità.

fel 4

 

“Se puoi sognarlo, puoi farlo” diceva Walt Disney. Fellini amava ripetere che filmava i propri fellini 3sogni; e oggi ci rendiamo conto che non era una metafora. Si possono confrontare le immagini di Amarcord Fellini Satyricon… e la nave va o Roma con quelle del “Libro dei sogni” pubblicato da Rizzoli nel 2007, dove il regista annotava la propria attività onirica di trent’anni (dai ’60 ai ’90) commentando i singoli sogni, ma soprattutto schizzandoli in “appunti” disegnati, da quell’ottimo autore di fantasie grafiche che era.

fellini 5Il vuoto che lascia Fellini non riguarda solo la storia del cinema, ma un’idea dell’arte che rimanda ai geni multiformi della creazione come Picasso, Warhol, fino a Bergman. Il suo stile, una sorta di “fantarealismo” felliniano non è tanto un modo di rappresentazione del cinema quanto una visione del mondo che nasce sulla carta con i suoi celebri schizzi, si sviluppa con la parola nelle sceneggiature spesso concepite con letterati quali Ennio Flaiano, Tonino Guerra e Tullio Pinelli, prende vita su set e alla fine diventa espressione e modello della società.

Federico-Fellini-Marcello-Mastroianni-Sophia-Loren

Finalmente a Rimini fervono i lavori per realizzare il grande museo diffuso dedicato a Felliniche coinvolgerà i piani superiori del Fulgor, Castel Sismondo e piazza Malatesta.

fellini 10

Il Comune ha scelto di affidare la progettazione alla casa di produzione cinematografica Lumiere e il ministero dei Beni culturali ha stanziato parte dei fondi per l’opera, i cui lavori partiranno nel 2019. Nel museo diffuso dedicato a Fellini ci saranno percorsi espositivi e virtuali, ricostruzioni di set cinematografici, installazioni di artisti e proiezioni dei suoi film.

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...